Che cos'è l'HDR per i TV e come migliora l'immagine?

Marco Villata 7/10/2022

Cosa è e come funziona l'HDR del TV

Se utilizzata correttamente, l'alta gamma dinamica (HDR) può davvero migliorare la qualità dell'immagine. Ma non tutti i televisori HDR lo fanno bene.

L'HDR, o gamma dinamica elevata, porta l'immagine del televisore a un livello completamente nuovo. È presente in quasi tutti i migliori televisori, compresi quelli di fascia media e alta e molti modelli economici. Su un televisore di buona qualità che visualizza programmi televisivi, film e giochi in HDR, si vedranno luci più brillanti, un contrasto migliore e colori più profondi e realistici. Il risultato: semplice, un'immagine nel complesso è più realistica.

Tuttavia, non tutti i televisori HDR sono uguali. E solo perché un televisore è etichettato come "4K HDR" non significa che le prestazioni aumenteranno.

L'HDR vale quindi tutto questo clamore?

In due parole: in gran parte sì.

Ci sono importanti avvertenze da tenere in considerazione al momento dell'acquisto di un nuovo televisore e anche dopo aver portato a casa e configurato il televisore HDR. Ecco alcuni punti salienti prima di tuffarci:

  • L'HDR richiede un televisore che lo supporti e contenuti HDR speciali, che sono ampiamente disponibili su molti servizi di streaming e sui giochi per PlayStation e Xbox.
  • Le immagini HDR possono ottenere punti salienti più brillanti con un maggiore contrasto.
  • Molti televisori HDR hanno anche un'ampia gamma cromatica, che consente di ottenere colori più profondi e ricchi con i contenuti che lo supportano.
  • L'HDR su un TV HDR economico e l'HDR su un TV HDR costoso possono apparire molto diversi. Con alcuni televisori economici, l'HDR può addirittura apparire peggiore di quello non HDR.
  • Quasi tutti i contenuti HDR oggi sono disponibili anche in risoluzione 4K.
  • Esistono numerosi formati HDR, tra cui l'HDR "generico" (alias HDR10), Dolby Vision, HDR10+ e altri ancora. Tutti i televisori HDR sono in grado di decodificare HDR10.

Menu navigazione

Che cos'è l'alta gamma dinamica o high-dynamic range?

I due fattori più importanti per l'aspetto di un televisore sono il rapporto di contrasto, ovvero la luminosità e l'oscurità che il televisore è in grado di ottenere, e l'accuratezza dei colori, ovvero quanto i colori sullo schermo assomigliano alla realtà (o alla tavolozza che il regista intende utilizzare). Questa non è solo la mia opinione, ma anche quella di quasi tutti gli altri recensori di TV, di persone che hanno partecipato a confronti tra più TV nei negozi e per siti web/riviste e di esperti del settore.

Se si mettono fianco a fianco due televisori, uno con un rapporto di contrasto migliore e colori più accurati e l'altro con una risoluzione più alta (più pixel), quello con un rapporto di contrasto maggiore sarà scelto da quasi tutti gli spettatori. Avrà un aspetto più naturale, più "pop" e sembrerà più "reale", nonostante la risoluzione più bassa.

HDR maggiori informazioni per gestire zone ombra e luce

L'HDR delle foto e delle fotocamere non è l'HDR televisivo

Una delle cose più importanti da sapere sui televisori HDR è che l'HDR televisivo non è la stessa cosa dell'HDR fotografico. Si tratta di due cose molto diverse che, purtroppo e confusamente, condividono lo stesso nome. Come il calcio e il football.

  • HDR TV: espansione del rapporto di contrasto e della tavolozza dei colori del televisore per offrire un'immagine più realistica e naturale di quella che è possibile ottenere con gli attuali televisori ad alta definizione.
  • >HDR fotografico: combinazione di più immagini con esposizioni diverse per creare un'unica immagine che riproduce una maggiore gamma dinamica.

L'HDR per i televisori mira a mostrare un'immagine più realistica, con più contrasto, luminosità e colori rispetto al passato.

Una foto HDR scattata da una fotocamera o da un iPhone non è "ad alta gamma dinamica" in questo senso. L'immagine non ha la gamma dinamica possibile in un vero HDR. È ancora un'immagine a gamma dinamica standard, ma contiene solo alcune informazioni aggiuntive dovute alle esposizioni supplementari.

Un'immagine HDR televisiva non avrà un aspetto diverso da quello di un'immagine HDR fotografica. Ha semplicemente un aspetto migliore.

HDR e gamma cromatica

Come funziona l'HDR per i televisori?

Il sistema HDR è composto da due parti: il televisore e la sorgente.

La prima parte, il televisore, è in realtà la più semplice. Per essere compatibile con l'HDR, il televisore deve essere in grado di produrre più luce di un televisore normale in determinate aree dell'immagine. In pratica è come il local dimming, ma in misura ancora maggiore.

Insieme all'HDR c'è anche l'ampia gamma di colori (WCG). Per anni i televisori sono stati in grado di offrire una gamma di colori più ampia rispetto a quella possibile con i Blu-ray o i download/streaming. Il problema è che non si vuole che il televisore crei questi colori a caso. È meglio lasciare che sia il regista a decidere come vuole che siano i colori del suo film o della sua serie TV, non un televisore il cui processo di espansione dei colori potrebbe essere stato progettato dall'altra parte del mondo...

Naturalmente, rendere i televisori più luminosi e colorati costa, e alcuni televisori HDR offriranno una qualità dell'immagine migliore di altri. Secondo la nostra esperienza, i televisori che si comportano meglio con l'HDR sono i modelli basati su LCD e dotati di local dimming, nonché i televisori OLED. Un televisore privo di queste caratteristiche può risultare migliore di un televisore non HDR, ma la differenza non sarà così evidente.

L'etichetta HDR significa solo che il televisore è in grado di visualizzare film e programmi televisivi in HDR. Non ha nulla a che vedere con la qualità di visualizzazione delle immagini.

Il contenuto è un'altra cosa. Per essere veramente bello, un televisore HDR ha bisogno di contenuti HDR. Fortunatamente, la quantità di contenuti HDR è in rapida crescita. I principali servizi di streaming 4K, come Netflix e Amazon, offrono entrambi contenuti HDR. Così come molti altri.

Un'altra fonte di HDR sono i dischi fisici. L'Ultra HD Blu-ray è l'ultimo formato di disco fisico. Per riprodurre questi dischi è necessario un nuovo lettore BD 4K, ma i Blu-ray e i DVD attuali possono essere riprodotti sui nuovi lettori. La maggior parte dei dischi Blu-ray 4K è dotata anche di HDR.

Il contenuto HDR è la chiave

Quando viene creato un film o uno show televisivo, il regista e il direttore della fotografia lavorano con un colorista per dare al programma il giusto "look". È del tutto possibile che se foste stati sul set di queste due scene, avrebbero avuto lo stesso aspetto, dal punto di vista cromatico. I ritocchi in post-produzione possono conferire a una scena una certa estetica e sensazione, semplicemente con il colore. Dai colori esuberanti e sgargianti di un musical cinematografico alla cupezza tenue di un dramma lunatico, sono molte le cose che si possono trasmettere solo con i colori.

Durante la realizzazione dei film, il team è in grado di utilizzare l'ampia tavolozza dello spazio colore Digital Cinema P3 per creare splendidi verdi, arancioni e viola.

Ma poi arriva il momento di far funzionare questi film in TV. Per farlo, il team "sminuisce" l'immagine, eliminando la gamma dinamica e limitando il colore. Riescono a ottenere l'aspetto che desiderano, nei limiti del sistema HDTV, e questa versione limitata è quella che si ottiene su Blu-ray o su un download.

Se il televisore è impostato sulla modalità Film o Cinema, questo è più o meno ciò che si ottiene a casa. Se la modalità è Vivida o Dinamica, il televisore esagera i colori come ritiene opportuno. Sta creando qualcosa che non c'è, perché nella fase di masterizzazione il regista e il suo team hanno dovuto togliere tutto. La versione "Vivid" si avvicina a ciò che hanno visto o a ciò che hanno visto in sala? Ne dubito, e non c'è modo di saperlo visto che è una creazione del televisore.

Grazie alle capacità aggiuntive di archiviazione e trasmissione dei BD 4K e dei video in streaming di Amazon, Netflix e altri, è possibile aggiungere al segnale ulteriori dati, chiamati metadati. Questi dati indicano ai televisori HDR/WCG esattamente come dovrebbero apparire, quali colori più profondi mostrare ed esattamente quanto dovrebbero essere luminosi un determinato punto culminante, un riflesso, una stella, un sole, un'esplosione o altro. Si tratta di un enorme progresso nel modo in cui siamo in grado di vedere le immagini sui televisori.

Cosa significa la sigla HDR?

HDR sta per "High Dynamic Range". Il termine ha origine nella fotografia e si riferisce a una tecnica per aumentare la gamma dinamica di un'immagine, ovvero i livelli di contrasto tra i bianchi più chiari e i neri più scuri.

La teoria è: più alta è la gamma dinamica, più una fotografia si avvicina a tutte le diverse tonalità che si vedono nella vita reale. L'HDR per i televisori è fondamentalmente la stessa idea.

Guardate il cielo. Le nuvole possono essere bianche (o grigie nel Regno Unito), ma dovrebbero esserci strati ben definiti. Intorno alle nuvole, si dovrebbero poter distinguere diversi gradi di luminosità.

Ora guardate le nuvole sul televisore. In confronto, tendono a sembrare piatte, con livelli di bianco schiacciati e alcuni strati praticamente indistinguibili.

E i cavi e i connettori?

Non avrete bisogno di nuovi cavi per l'HDR... probabilmente. Anche se dovessero servire nuovi cavi, sono molto economici. Gli attuali cavi HDMI ad alta velocità possono trasportare l'HDR. Il dispositivo sorgente (ad esempio un lettore Blu-Ray 4K o uno streamer multimediale) e il televisore devono essere entrambi compatibili con l'HDR, indipendentemente dai cavi utilizzati. Se si utilizza un ricevitore, anche questo deve essere compatibile con l'HDR, per poter trasmettere i segnali dalla sorgente al televisore.

Se avete acquistato i vostri apparecchi negli ultimi anni, probabilmente sono compatibili con l'HDR. Se non siete sicuri, inserite il numero del modello in Google con "HDR" e vedete cosa viene fuori.

La nuova generazione di connessioni HDMI si chiama 2.1 e aggiunge una serie di nuove funzionalità, tra cui alcuni miglioramenti alla gestione dell'HDR. È una novità da tenere presente per il prossimo acquisto, ma non rende obsoleta l'attrezzatura attuale e sarà in gran parte compatibile con il passato (a parte le nuove funzioni).

In conclusione

Le risoluzioni 4K e 8K vanno bene, ma HDR e WCG sono molto più interessanti. Quello che abbiamo visto, ora che abbiamo avuto qualche generazione di TV HDR per risolvere i bug, è un miglioramento generale della qualità dell'immagine, anche se forse non nella misura che molti di noi (me compreso) si aspettavano inizialmente. Detto questo, un televisore HDR dalle buone prestazioni, che mostra contenuti HDR, avrà un aspetto migliore rispetto ai televisori di pochi anni fa. In alcuni casi sono significativamente più luminosi e con una gamma di colori molto più ampia, il che è uno spettacolo da vedere. Consultate le nostre recensioni per sapere qual è il miglior televisore del momento.

Domande frequenti

È meglio il 4K o l'HDR?

L'HDR offre un contrasto più elevato, ovvero una gamma di colori e luminosità più ampia, rispetto alla gamma dinamica standard (SDR) e ha un impatto visivo maggiore rispetto al 4K. Tuttavia, il 4K offre un'immagine più nitida e definita. Entrambi gli standard sono sempre più diffusi tra i televisori digitali di fascia alta ed entrambi offrono una qualità d'immagine straordinaria.

L'HDR su un televisore è buono?

Ha un rapporto di contrasto fantastico, quindi c'è una certa differenza tra le aree luminose e quelle scure dello schermo, ed è abbastanza luminoso da far risaltare alcuni punti salienti se ci si trova in una stanza completamente buia. D'altra parte, l'elaborazione è sorprendentemente buona anche su un televisore economico.

Qual è l'HDR migliore?

Se state cercando un televisore compatibile con l'HDR, uno che supporti l'HDR 10 o l'HDR10+ va benissimo. Se volete ottenere il meglio in termini di qualità dell'immagine, dovreste prendere in considerazione la tecnologia Dolby Vision. Ha specifiche migliori e un aspetto migliore di HDR10+, ma non è economica.

L'HDR è migliore dell'OLED?

Il miglior rapporto di contrasto dell'OLED gli conferisce un leggero vantaggio in termini di HDR quando viene visto in ambienti bui, ma l'HDR su uno schermo LED di qualità superiore ha un vantaggio perché è in grado di produrre colori ben saturi a livelli di luminosità estremi che l'OLED non è in grado di eguagliare.

Commenti