Cosa è la modalità FilmMaker e come usarla

Marco Villata 16/10/2022

Logo Modalità FilmMaker

La maggior parte dei film è stata realizzata pensando al cinema, ma il grande schermo e i sofisticati proiettori delle sale cinematografiche funzionano in modo molto diverso dal televisore di casa. Sfortunatamente, tra il cinema e il vostro divano possono verificarsi delle perdite di qualità, che possono alterare visivamente il contenuto.

Ciò che si vede sul televisore è di solito molto lontano dalle intenzioni del regista. La modalità Filmmaker è un'impostazione dell'immagine relativamente nuova che vuole risolvere questo problema. È supportata da numerosi registi e produttori di fama, è facile da usare e potrebbe essere già integrata nel televisore.

Menu navigazione

Che cos'è la modalità Filmmaker?

La modalità Filmmaker è una modalità d'immagine preimpostata del televisore, progettata per rendere lo schermo più cinematografico. Avete presente che il vostro televisore ha diverse opzioni come "gioco", "vivace", "sport" e così via? La modalità Filmmaker è un'altra di queste.

Queste opzioni regolano l'immagine e attivano strumenti di post-elaborazione progettati per migliorare l'esperienza di visione a casa. Ma non tutti pensano che questi strumenti siano una buona cosa; alcuni ritengono infatti che sminuiscano l'esperienza di visione, facendo sembrare le cose meno simili a un film e più a una soap opera.

La modalità Filmmaker elimina tutto questo per dare all'immagine una sensazione più simile a un film, il più possibile vicina alle intenzioni originali del regista. Disattiva tutte le opzioni di post-elaborazione del televisore, come lo smussamento dell'immagine, la riduzione del rumore e il miglioramento dell'AI, mentre regola leggermente il colore, il contrasto, la luminosità e così via per presentare al meglio il film nel modo in cui doveva essere visto. In sostanza, si tratta di dire al televisore di interferire il meno possibile.

Poiché si tratta di una preimpostazione dell'immagine, non è necessario acquistare film o programmi speciali supportati dalla modalità Filmmaker. Si può attivare o disattivare quando si vuole e funziona con qualsiasi contenuto standard o ad alta gamma dinamica codificato in HDR10 e HDR10+.

Confronto resa FilmMaker mode

Come funziona la modalità Filmmaker?

La modalità Filmmaker funziona in due modi. Il primo modo è l'attivazione manuale, disponibile come pulsante sul telecomando del televisore o come modalità immagine nelle impostazioni del menu del televisore.

Il secondo metodo, probabilmente più auspicabile, è l'attivazione automatica. All'interno di contenuti in modalità Filmmaker come Filmmaker, c'è un tag di metadati nel bitstream del video che indica al televisore che supporta la modalità Filmmaker, consentendo allo schermo di cambiare automaticamente la modalità immagine senza l'intervento manuale dell'utente.

Questo secondo metodo non è supportato in modo così diffuso: non è noto che i lettori Blu-ray 4K o i dischi Blu-ray 4K supportino attualmente la modalità Filmmaker. Tuttavia, Prime Video supporta la modalità Filmmaker e, su un televisore compatibile, segnala qualsiasi contenuto disponibile, consentendo al televisore di cambiare modalità.

Se il 4K Blu-ray dovesse supportarla, probabilmente lo farebbe utilizzando il flag AVI InfoFrame Content per indicare i contenuti cinematografici. Questa opzione è stata scelta perché l'InfoFrame è una parte così importante dello standard HDMI che il flag passerà attraverso tutte le apparecchiature HDMI, indipendentemente dall'età. Lo svantaggio è che i contenuti esistenti non utilizzano questo flag, quindi ci vorrà un po' di tempo prima che i produttori di contenuti inizino a implementarlo.

È uno strumento di calibrazione?

No, e questa è una distinzione molto importante. La modalità Filmmaker mira a rendere l'immagine del televisore più cinematografica, ma non ottimizza l'immagine per adattarla al meglio all'ambiente di visione.

È la stessa cosa della modalità film?

Forse starete pensando: "Il mio televisore ha già una modalità film, quindi a cosa serve la modalità Filmmaker?". La differenza fondamentale è che la modalità Filmmaker è uno standard industriale.

I parametri delle modalità "cinema" o "film" su un televisore sono definiti dal produttore. Ciò significa che l'interpretazione di LG di un'immagine cinematografica sarà diversa da quella di Samsung o Sony, ad esempio. La modalità Filmmaker mira a unificare questo aspetto tra i marchi che scelgono di implementare lo standard.

Detto questo, altri fattori del televisore influiscono comunque sulla qualità dell'immagine. Il produttore, il tipo di pannello utilizzato (LCD o OLED) e così via avranno un impatto, per cui la modalità Filmmaker non sarà identica su marche e tipi diversi di TV. Ma le impostazioni dell'immagine che regola sono le stesse per tutti i televisori.

Presentazione FilmMaker mode

Chi ha creato lo standard?

È stato creato da un gruppo industriale chiamato UHD Alliance come standard opzionale. Alcuni registi importanti, tra cui Martin Scorsese e Christopher Nolan, hanno contribuito a svilupparlo e molti altri lo hanno approvato.

Il mio televisore supporta la modalità Filmmaker?

La modalità Filmmaker è uno standard relativamente nuovo, disponibile solo nei televisori usciti negli ultimi tre anni. È inoltre opzionale, quindi non è presente in tutte le marche o modelli.

I televisori LG, Samsung, Hisense e Philips la supportano, mentre Sony e TCL non la supportano. Gli ultimi due, invece, implementano le proprie modalità "cinema" o "film", più in linea con quanto avveniva prima dell'arrivo della modalità Filmmaker.

La modalità Filmmaker è HDR?

No, è una cosa completamente diversa. Ma la buona notizia è che la modalità Filmmaker è progettata per funzionare con tutti i tipi di HDR, da HDR10 e HDR10+, quindi non importa quale sia il formato HDR del televisore. Funziona anche con i contenuti SDR.

E il Dolby Vision Cinema?

I contenuti codificati Dolby Vision non supportano la modalità Filmmaker. Ha invece una propria versione chiamata Dolby Vision Cinema, che fa essenzialmente la stessa cosa. Tuttavia, non fa parte dello standard. Questa è l'idea di Dolby di come dovrebbe essere la modalità film. Dolby Vision Cinema è disponibile su tutti i televisori che supportano Dolby Vision, anche se non includono la modalità Filmmaker.

Come attivare la modalità Filmmaker

È facile. È sufficiente aprire le diverse preimpostazioni di immagine del televisore e scorrere fino alla Modalità Filmmaker. Alcuni televisori possono anche essere impostati per attivarla automaticamente quando si proietta un film. Questa opzione si trova nelle impostazioni dell'immagine del televisore, se disponibile.

Finora Amazon Prime Video è l'unico servizio di streaming a che può attivare automaticamente la modalità Filmmaker. Si dice che gli studi cinematografici vogliano aggiungere questi metadati ai film su disco, ma finora non se ne è fatto nulla.

È una buona idea?

Sulla carta, sì, la modalità Filmmaker è la strada da percorrere se si desidera un'esperienza più autentica, per così dire. Ma la bontà o meno della modalità è una questione di preferenze personali.

Non è raro che i consumatori lascino i loro televisori con le impostazioni predefinite dell'immagine, il che significa che la Modalità Filmmaker può risultare scadente semplicemente perché non è quella a cui si è abituati. Le critiche generali sono che la modalità Filmmaker è troppo scura, troppo gialla, rumorosa (ovvero granulosa), insipida e non è fluida.

Ma proprio come le impostazioni standard delle immagini, anche gli occhi possono adattarsi alla modalità Filmmaker. Non scartatela subito se all'inizio non vi sembra buona. Guardate alcuni film o spettacoli cinematografici (come Breaking Bad o Game of Thrones) e poi decidete. Sarete sorpresi da quanto possano essere scorrette le impostazioni "standard" o "vivid" dopo esservi abituati alla modalità Filmmaker.

Ci sono problemi con la modalità Filmmaker?

Il problema principale della modalità Filmmaker è la luminosità dello schermo. Sebbene sia ragionevole ridurre la luminosità per mostrare i contenuti al livello in cui sono stati originariamente classificati, non tutti guardano la televisione in una stanza buia.

La visione in condizioni di luce ambientale intensa potrebbe rendere la modalità Filmmaker troppo scura per alcune situazioni, costringendo le persone ad alzare la luminosità per guardare, il che non rende affatto necessaria la modalità Filmmaker.

Esistono delle opzioni per ovviare a questo problema. Panasonic implementa la modalità Intelligent Sensing che utilizza il sensore di luce ambientale del televisore per rilevare i livelli di luce nella stanza.

L'immagine può quindi essere regolata, modificando la luminosità e la gamma, per ottenere un'immagine che assomigli al master originale, indipendentemente dalle condizioni di illuminazione ambientale. Questo è fondamentalmente diverso dall'aumento della luminosità, che ha un impatto sui dettagli.

La modalità Filmmaker è la fine del motion smoothing?

Il motion smoothing continuerà a esistere sui televisori e ha i suoi vantaggi per i contenuti sportivi in rapido movimento e per il mantenimento di una qualità d'immagine uniforme nelle trasmissioni televisive. Più interessante sarà il modo in cui gli studi cinematografici e i produttori di contenuti utilizzeranno la tecnologia specificamente per i master domestici dei contenuti, in particolare per i servizi di streaming.

È opinione comune che, in alcune circostanze, i televisori con il motion smoothing attivato possano eliminare alcuni dei problemi intrinseci dei contenuti a 24 fps, come ad esempio un leggero balbettio nelle panoramiche della telecamera.

La domanda che ci si pone per il futuro è in che modo i contenuti cinematografici possano essere riprodotti su un televisore domestico.

Alcune opzioni di cui siamo a conoscenza sono la generazione preliminare da parte dei registi di una versione attenuata del movimento di una scena che può essere trasmessa al televisore, oppure l'invio di istruzioni al televisore per l'utilizzo dell'attenuazione del movimento per una scena specifica.

Al momento non c'è una risposta definitiva, ma ciò che la modalità Filmmaker chiarisce è che l'aspetto e la sensazione dei contenuti devono essere decisi dai creatori, e il televisore deve essere in grado di rispettarli e di fare del suo meglio per soddisfare la visione originale del regista.

Quando dovrei usare la modalità FilmMaker?

È una questione di gusti, ma è importante avere aspettative ragionevoli quando si tratta di selezionare i contenuti. Se la Modalità Filmmaker può farvi ricordare com'era vedere Lawrence d'Arabia al cinema, probabilmente non farà molto per una replica di Friends. L'UHD Alliance suggerisce anche che esistono modalità di immagine "più appropriate" per i giochi e lo sport.

Inoltre, è meglio utilizzarlo di notte o in una stanza buia. La luce diurna e qualsiasi altro tipo di luce artificiale non molto fioca farà apparire il televisore piuttosto debole, poiché la modalità Filmmaker mira in parte a replicare l'esperienza cinematografica. A tal fine, ricordarsi di mettere il telefono in modalità silenziosa quando si utilizza la modalità Filmmaker.

Domande frequenti

La modalità Filmmaker disattiva il motion smoothing?

Una delle nuove impostazioni dell'immagine di cui ho parlato sopra, la modalità Filmmaker, aiuta a eliminare l'effetto soap opera. Quando è attiva, il televisore disattiva automaticamente il motion smoothing e alcune altre funzioni quando rileva la riproduzione di un film.

Filmmaker disabilita l'HDR?

Disabilita tutte le post-elaborazioni (ad esempio il motion smoothing) per i contenuti SDR e HDR, preservando i rapporti d'aspetto, i colori e i frame rate corretti per un'esperienza più cinematografica sui TV Ultra HD.

La modalità regista è migliore della modalità Cinema?

Tuttavia, le immagini appaiono più precise in modalità Cinema (vedere la cattura in fondo a questa notizia) rispetto alla modalità Filmmaker (vedere la cattura qui sotto). Per riassumere, sull'LG G1 e su tutti i TV Oled del marchio, si può quindi continuare a utilizzare la modalità Cinema, la differenza sarà minima con la modalità Filmmaker.

La modalità Filmmaker è valida?

La modalità Filmmaker è valida? Assolutamente sì. La modalità Filmmaker è ottima per gli appassionati di cinema. Cercare un televisore con la modalità Filmmaker è una buona idea se si vuole vivere un'esperienza cinematografica senza doversi muovere dal divano.

Netflix supporta la modalità regista?

Sia la Modalità Calibrata Netflix che la Modalità Calibrata Filmmaker mirano a replicare il più possibile l'intento del regista nello spazio domestico. L'idea è quella di riprodurre il più possibile ciò che il team creativo ha visto durante la masterizzazione del film o della serie in studio.

Che cos'è la modalità regista di Amazon Prime?

La modalità Filmmaker disattiva le funzioni di elaborazione delle immagini, come il motion smoothing e lo sharpening, che possono rendere l'immagine innaturale (il cosiddetto "effetto soap opera").

Commenti