Miglior Smartwatch con SIM [anche virtuale]

Data aggiornamento: 13/7/2021, Autore: Marco Villata
  • Chi mi conosce sa che ho sempre seguito con interesse lo sviluppo degli smartwatch. Ho iniziato negli anni Novanta con i primi modelli messi in commercio, quando nessuno ci credeva, e anzi mi deridevano per quella “lavatrice” che mi ero messo sul polso (per la cronaca, sono gli stessi che oggi mi chiedono consigli su quale smart watch indossare, oppure vengono ad acquistarlo direttamente nel megastore di elettronica nel quale lavoro da anni).
  • Oggi mi spingo oltre e già penso agli smartwatch con scheda SIM: i device che nel prossimo futuro potrebbero sostituire gli smartphone. In questa classifica, ho scelto solo prodotti dalle caratteristiche tecniche medio alte, per dimostrare che si tratta di device che hanno un futuro luminoso davanti.
  • Se queste mie idee ti interessano ma vuoi andare subito al sodo, ti dico solo che ritengo che il miglior smartwatch con SIM sia il Huawei Watch 3. Per i dettagli ti invito a leggere di seguito.
1

HUAWEI WATCH 3

MIGLIOR SMARTWATCH CON SIM SECONDO ME
449,00 €
98 / 100
2

Apple Watch Series 6

IDEALE PER DEVICE APPLE
449,00 € 469,00 € (-4%)
95 / 100
3

Huawei Watch 2 4G

SMART WATCH CON OTTIMO RAPPORTO QUALITÀ – PREZZO
 
90 / 100
4

Smartwatch Smartgood4

OTTIMA SCELTA CON LA MIGLIOR FOTOCAMERA
 
86 / 100
5

Smartwatch WZJ

IDEALE PER SPORTIVI
188,24 €
85 / 100
6

Famyfamy LEMFO LEM10

MIGLIORE PER CAPIENZA MEMORIA INTERNA
166,00 €
80 / 100
7

Smartwatch XYZK

SMART WATCH CON SIM E DISPLAY RETTANGOLARE
470,47 €
78 / 100
8

Fesjoy Awatch GT2

VINCE PER MEMORIA RAM
329,99 €
75 / 100
9

Smartwatch Willful

SMARTWATCH CON SCHEDA SIM LOW COST
70 / 100
10

Diggro DI06

BEL DESIGN
69 / 100
  • Il prezzo di uno smartwatch con SIM è pari a 342,12 €, calcolato come media di tutti i prezzi dei prodotti recensiti in questa classifica. Il prodotto più economico ha un prezzo pari a 166,00 €, mentre quello più caro è pari a € 470,47 €.

1
HUAWEI WATCH 3

MIGLIOR SMARTWATCH CON SIM SECONDO ME

449,00 € 98 / 100

Cercare il miglior smartwatch con SIM non è sicuramente facile, anche perché sono realmente pochi i grandi brand che hanno sviluppato prodotti in grado di contenere una “scheda telefonica”.

Fatta questa doverosa premessa, il miglior smartwatch con SIM è comunque stato creato da quello che è ormai un colosso del settore high-tech: l’Huawei Watch 3 è il migliore di questa categoria perché vanta, oltre a caratteristiche hardware di primo livello, anche un design davvero interessante.

A voler essere precisi, questo smartwatch funziona con eSIM, nuova tecnologia che ti illustrerò nel dettaglio più avanti. Per adesso, ti basti sapere che la eSIM è una SIM “virtuale” che non ha bisogno della schedina fisica a cui ancora oggi siamo abituati.

Top Gamma

Sin da subito, ho capito che il Huawei Watch 3 era una spanna sopra la concorrenza.

Questo device vanta uno schermo 3D e un display Amoled da ben 1,43 pollici. Le varie funzioni sono disponibili semplicemente ruotando la corona intorno al display, mentre il touchscreen vanta un tocco a risposta rapida.

Anche la batteria ha numeri da capogiro: tieni presente che mi sono messo a usarlo intensamente, e un singolo ciclo di ricarica mi ha superato le 72 ore in scioltezza. Lasciando il device prevalentemente in stand-by, invece, la batteria può durare fino a 14 giorni.

Come ogni smartwatch che si rispetti, inoltre, anche l’Huawei Watch 3 vanta funzionalità da Activity Tracker, con ben 100 modalità totali di allenamento.

Conclusioni

Huawei Watch 3 è quanto di meglio ci possa essere quando parliamo di smartwatch con SIM. Trovare difetti a un prodotto del genere è quasi impossibile: l’unico appunto che voglio fare è legato alla “difficoltà” di dialogo con i device Apple, ma lì non sono sicuro che da Cupertino siano esenti da colpe!

PRO
  • Display Amoled da 1,43 pollici.
  • Batteria dalla lunga durata.
  • 100 modalità di allenamento.
CONTRO
  • Alcuni problemi di comunicazione con device Apple.

2
Apple Watch Series 6

IDEALE PER DEVICE APPLE

449,00 € 469,00 € (-4%) 95 / 100

Come mi è capitato di fare pure per altre guide, anche in questa ho dovuto selezionare un prodotto che funzionasse egregiamente con i device Apple, visto che milioni di italiani hanno come smartphone un iPhone (se sei un “Apple addicted” probabilmente starai pronunciando milioni di improperi al sottoscritto, per il solo fatto che ho messo le parole “smartphone” e “iPhone” nella stessa frase, ma la realtà è quella).

Su questa cosa ci sono stato diversi giorni, ma alla fine mi sono dovuto arrendere all’evidenza: i prodotti Apple sono fatti per creare un “microcosmo” fra loro, quindi il miglior smartwatch con SIM per iPhone non può che essere l’Apple Watch Series 6.

Anche in questo caso parliamo di uno smartwatch che funziona con eSIM.

Tante funzionalità

Grazie alla tecnologia eSIM, puoi fare e ricevere chiamate direttamente via Apple Watch Series 6. Questo device è anche dotato di GPS, e vanta una serie di funzionalità interessanti, fra cui il controllo costante della frequenza cardiaca e il monitoraggio del livello di ossigeno nel sangue.

La caratteristica che personalmente mi ha colpito più di tutte è sicuramente il display Retina, che alla luce del giorno è perfino più luminoso del normale anche se esposto direttamente ai raggi solar

Rispetto ai precedenti modelli di Apple Watch il Series 6 è il 20% più veloce, e offre diverse modalità di allenamento, perfette se usi lo smartwatch per tenerti in forma.

Conclusioni

Se hai già avuto modo di leggere altre mie guide in passato, sarai consapevole del fatto che non sono un’amante dei prodotti Apple. Da un punto di vista oggettivo nulla da dire, l’Apple Watch Serie 6 è uno dei migliori smartwatch con SIM che ci sono in circolazione, e tecnologie come quelle del display Retina sono la perfetta dimostrazione di come da Cupertino spesso e volentieri siano (più di) un passo avanti alla concorrenza.

Premesso questo, il fatto che la Apple abbia creato praticamente un circuito chiuso fra i suoi device onestamente non l’ho mai potuto sopportare, e lo stesso Apple Watch Series 6 offre il massimo delle sue funzionalità solo se abbinato a un iPhone. Questo “applecentrismo”, oltre a darmi i nervi, è un limite oggettivo, quindi merita un voto alto, ma non il massimo.

PRO
  • Display Retina.
  • GPS integrato.
  • 20% di velocità in più rispetto a modelli precedenti.
CONTRO
  • Funziona al massimo solo con iPhone.

3
Huawei Watch 2 4G

SMART WATCH CON OTTIMO RAPPORTO QUALITÀ – PREZZO

90 / 100

Gli smartwatch con SIM sono quasi tutti prodotti dal prezzo abbastanza impegnativo (o per lo meno io nella mia top 10 ho preso in considerazione solo device di fascia medio-alta), quindi trovare quel prodotto che sia la perfetta sintesi fra qualità e prezzo non è stato semplice.

Alla fine, ho optato per un prodotto realizzato dall’unico vero colosso dell’high-tech che sta credendo realmente nei wearable con SIM, la Huawei. Ecco perché il miglior prodotto per rapporto qualità – prezzo non è altro che il predecessore dell’Huawei Watch 3, a mio avviso il miglior smartwatch con SIM, ovvero il Watch 2.

Come sempre capita in questi casi, infatti, l’uscita del nuovo modello ha deprezzato il precedente, che vanta caratteristiche importanti oggi disponibili a un prezzo più che abbordabile.

Tutto quello che cerchi in uno smartwatch

Questo device vanta come sistema operativo Wear OS, il che significa che si intende alla meraviglia con tutti gli smartphone Android, anche se devo dire che ho riscontrato un’eccellente compatibilità anche con iPhone e iPad.

Questo device supporta sia schede SIM “classiche”, sia le nuovissime eSIM, il tutto con connessione 4G garantita

Grazie al GPS incluso, sono disponibili tante funzionalità interessanti, dal sensore giroscopico alla bussola, oltre ai “classici” rilevatori di frequenza cardiaca, misuratore di livello di ossigeno nel sangue e altre caratteristiche tipiche da Activity Tracker.

La batteria è discreta, e assicura di arrivare a fine giornata anche se usata intensamente, il che per un device di questa portata è tanta roba. Ciliegina sulla torta la presenza del Google Assistant, per avere un assistente vocale sempre con se.

Conclusioni

Il Huawei Watch 2 è uno smartwatch da primissima fascia, che offre funzionalità eccezionali a un prezzo più competitivo. Come sempre capita per device di fascia alta, anche in questo caso il difetto si nasconde nelle cose più ovvie: manca la possibilità di impostare il device come “solo orologio”, caratteristica che in casi di necessità permette un enorme risparmio di batteria.

Che peccato!

PRO
  • Ottimo rapporto qualità – prezzo.
  • Compatibile sia con SIM che con eSIM.
  • GPS incluso.
CONTRO
  • Manca funzionalità “solo orologio”.

4
Smartwatch Smartgood

OTTIMA SCELTA CON LA MIGLIOR FOTOCAMERA

86 / 100

Dal momento che gli smartwatch con SIM si candidano in maniera più o meno velata a sostituire gli smartphone in un prossimo futuro (e io stesso ne sono convinto), ho ritenuto opportuno testarli anche sulla base di una delle attività più importanti del genere umano, senza la quale i moderni cellulari non avrebbero alcun senso di esistere: i selfie!

Dire che ho trovato lo smartwatch con SIM che assicura selfie da urlo mi sembrava poco professionale, quindi ho indorato la pillola parlando del device con la miglior fotocamera: in sostanza sempre lì stiamo!

Ho scelto lo smartwatch Smartgood perché vanta una fotocamera da 8MP e una risoluzione da 640 x 590 pixel: si tratta di caratteristiche tecniche che molti smartphone non hanno, quindi ritrovarle in un wearable mi ha piacevolmente sorpreso.

Tanta qualità

La fotocamera è solo una delle caratteristiche interessanti di questo Smartgood, che a ben vedere ha tutte le carte in regola per rientrare fra i top gamma.

Lo Smartgood ha come sistema operativo un vecchio Android 7.1, che però fa egregiamente il suo dovere, grazie ovviamente anche a 1GB di RAM e i 16 GB di ROM che l’hardware può vantare. Questo smartwatch vanta inoltre l’alloggio per le nano SIM compatibili con il 4G, e la qualità delle chiamate è davvero eccellente.

Super anche la batteria, che con i suoi 900 mAh rappresenta una delle più capienti fra gli smartwatch: alla fine le alte prestazioni dello Smartgood risucchiano energia in maniera importante, ma anche a uso intenso un ciclo di ricarica può durare almeno 2 giorni.

Conclusioni

Lo smartwatch Smartgood ha caratteristiche eccezionali, e per alcune di essere probabilmente avrebbe meritato la palma di migliore in assoluto. Tutto il buon lavoro svolto dagli sviluppatori, tuttavia, viene buttato in malora dall’app abbinata, WiiWatch 2 (che ho scoperto essere usata anche da device di altri brand).

Quest’app è disponibile solo in inglese e cinese, ma questo sarebbe anche accettabile: il problema è che è stata sviluppata proprio male, con un menù tutt’altro che intuitivo.

PRO
  • Fotocamera da 8 MP.
  • Alloggio per nano SIM 4G.
  • Batteria da 900 mAh.
CONTRO
  • App abbinata da migliorare.

5
Smartwatch WZJ

IDEALE PER SPORTIVI

85 / 100

Il creativo che ha scelto XYZK come nome di uno smartwatch deve avere fatto proseliti, perché anche un device denominato WZJ deve essere frutto del suo multiforme ingegno: chissà che nomi potrebbe regalarci se solo scoprisse l’esistenza delle vocali.

Al di là di un nome oggettivamente impronunciabile, lo smartwatch WZJ è fra tutti i device con SIM il migliore per funzionalità di rilevamento attività: con questo smartwatch, puoi scegliere fra tantissimi programmi di allenamento, e puoi misurare passi, calorie bruciate, distanze percorse e molti altri parametri.

Ottimo prodotto

Lo smartwatch WZJ comprende un alloggio per nano SIM 4G, ed ha anche il GPS integrato. Per quel che riguarda l’hardware, una RAM da 1 GB e una ROM da 16 GB garantiscono ottime prestazioni, la batteria da 620 mAh promette una buona durata e anche il design è molto interessante.

Conclusioni

Il nome WZJ, tutt’altro che pronunciabile, tradisce le caratteristiche di questo prodotto, che ha invece funzionalità tanto valide quanto chiare. Peccato solo per il display che monta ancora un vecchio LCD: a queste condizioni non posso dare un voto altissimo.

PRO
  • Nano SIM 4G.
  • Batteria 620 mAh.
  • Tante funzionalità per rilevamento attività
CONTRO
  • Vecchio display LCD.

6
Famyfamy LEMFO LEM10

MIGLIORE PER CAPIENZA MEMORIA INTERNA

166,00 € 80 / 100

Fino a non poco tempo fa la memoria interna di uno smartwatch manco la consideravo. Questo perché non solo era poco capiente, ma il grosso era occupato da sistemi operativi sempre più performanti, quindi alla fine rimaneva solo una manciata di MB. Fortunatamente le cose stanno pian piano migliorando, ma per il momento scordati di poter trovare uno smartwatch con 128 GB di ROM.

A oggi il migliore di tutti per capienza è il Famyfamy LEMFO LEM10, che con i suoi 32 GB di ROM, abbinati a un sistema operativo che occupa meno spazio di altri, assicura tantissimo spazio. Ovviamente, se hai una galleria di fotografie come quella di mia moglie, che fotografa con passione anche i cartelli stradali, i 32 GB si “scioglieranno” come neve al sole.

Buone caratteristiche

Il Famyfamy LEMFO LEM10 è un device che, oltre a una grande memoria interna, vanta una fotocamera da 2 MP, il GPS integrato, e tutti le funzionalità tipiche degli Activity Tracker (cardiofrequenzimetro, monitoraggio del sonno, contapassi, modalità di allenamento e tantissime altre).

Questo device prevede inoltre l’alloggio per le SIM e supporta fino al 4G, il che garantisce chiamate, messaggi e connessioni dati senza problemi. Inoltre, in tutti quei casi in cui non è possibile usare la connessione dati della SIM, il device supporta il collegamento Wi-Fi, sia 2,4 Ghz che 5 Ghz.

Conclusioni

Quando ho letto “FamyFamy” sulla scatola pensavo di aver per sbaglio preso qualche prodotto dimagrante: con la pancia che mi ritrovo fra l’altro ne avrei anche bisogno, ma poi ho scoperto che si trattava di un signor smartwatch, la cui qualità è inversamente proporzionale alla fama del suo brand.

Se sono così soddisfatto, quindi, perché non lo considero il miglior smartwatch con SIM?

Perché ho dato un occhiata al prezzo di listino, e poi l’ho rapportato alla qualità dei materiali esterni, e lì ho capito che il costo è decisamente eccessivo per quello che offre. Il prodotto comunque rimane valido.

PRO
  • ROM da 32 GB.
  • SIM 4G.
  • Wi-Fi 2,4 e 5 GHz.
CONTRO
  • Per quel che costa, qualità dei materiali da migliorare.

7
Smartwatch XYZK

SMART WATCH CON SIM E DISPLAY RETTANGOLARE

470,47 € 78 / 100

Avere fra le mani lo smartwatch XYZK mi ha fatto provare emozioni contrastanti.

Il primo rimpianto che ho avuto è quello di non aver potuto assistere al brain storming che ha portato a chiamare un device “XYZK”: se avessero usato un codice fiscale finlandese (mi sono documentato, pure in Finlandia hanno il codice fiscale) sarebbe stato più orecchiabile.

A parte le facili ironie legate al nome, anche l’ampiezza del display mi aveva lasciato per un attimo interdetto, ma poi la chiarezza dei dati che visionavo, oltre alle prestazioni dello smartwatch in sé, mi ha convinto a inserirlo come miglior device con SIM dallo schermo rettangolare.

Qui si fa sul serio

Se sul nome ho avuto vita facile nell’ironizzare, nell’analizzare i dati tecnici torno serio e spalanco la bocca: RAM da 3GB, Wi-Fi, batteria da 2700 mAh e memoria interna da 32 GB.

A leggere questi numeri, comincio realmente a pensare che questi hanno preso uno smartphone già esistente e gli hanno solo aggiunto un cinturino. Le dimensioni dello schermo da 2,86 pollici mi fanno invece capire che si tratta realmente di uno smartwatch, che però prevede anche l’alloggio per le SIM 4G e tutte le funzionalità tipiche di chi ama fare sport all’aria aperta.

Conclusioni

Lo smartwatch XYZK è un prodotto indubbiamente dalla forma insolita, ma sulle prestazioni c’è solo da alzarsi in piedi e applaudire.

La forma, tuttavia, trattandosi di un device da indossare, ha la sua importanza, e ritengo che uno schermo da quasi 3 pollici, soprattutto su persone dal polso piccolo, possa creare un enorme fastidio.

Si tratta però di una valutazione soggettiva, quindi non può essere presa in considerazione come vero difetto, mentre può esserlo il fatto che il sistema operativo in dotazione occupi ben 3 GB di memoria interna.

PRO
  • Display da 2,86 pollici.
  • RAM da 3 GB.
  • Batteria da 2700 mAh.
CONTRO
  • Sistema operativo occupa 3 GB.

8
Fesjoy Awatch GT2

VINCE PER MEMORIA RAM

329,99 € 75 / 100

Per spiegare a un neofita l’importanza della RAM senza usare tecnicismi, mi piace dire che la Random Access Memory è come un mediano di una squadra di calcio o un bassista in un gruppo musicale: non ti rubano l’occhio, ma se mancano la differenza si nota.

La RAM è un aspetto fondamentale da considerare quando si acquista un device high-tech, perché è come un parcheggio in cui deve girare un camion: più grande è, meglio è. Il device con la RAM migliore è sicuramente il Fesjoy Awatch GT2, dato che ne può vantare ben 3 GB.

Non solo RAM

Il Fesjoy Awatch GT2 ti colpisce sin da subito per il suo ampio display rotondo da 1,6 pollici, che vanta una risoluzione da 400 x 400 pixel e colori brillanti. L’Awatch GT2 è inoltre uno dei pochi smartwatch con lo sblocco “riconoscimento facciale”, proprio come per gli smartphone: in questo modo, al tuo device potrai accedere solo tu.

Ovviamente il device supporta tutte le SIM, con tecnologia 4G inclusa. Anche la fotocamera da 5 MP e la ROM da 32 GB contribuiscono a rendere il Fesjoy Awatch GT2 uno smartwatch di alta qualità.

Conclusioni

Anche con il Fesjoy Awatch GT2 ci troviamo di fronte a uno smartwatch di altissima qualità che paga la poca fama del suo brand, oltre alla pochezza della batteria: se usi il device con una certa intensità, rischi di non arrivare a fine giornata con una singola ricarica.

PRO
  • RAM da 3 GB.
  • Riconoscimento facciale.
  • Display da 1,6 pollici.
CONTRO
  • Batteria da migliorare.

9
Smartwatch Willful

SMARTWATCH CON SCHEDA SIM LOW COST

70 / 100

Arriva la categoria preferita dal mio amico Franco, che chiamiamo tutti simpaticamente “il rigattiere” perché conserva reperti preistorici che lui chiama “smartphone” solo per non doverne comprare degli altri più nuovi.

Dopo essermi assicurato un posto come concorrente a “La sai l’Ultima?”, passerò a descriverti lo smartwatch Willful, che

ritengo essere il miglior device con SIM low cost.

Ritengo che i prodotti low cost abbiano la loro importanza, perché fanno da apripista per mondi high-tech che altrimenti in molti nemmeno conoscerebbero.

 

Rilevamento attività con SIM

Il Willful è uno smartwatch che ha anzitutto un’anima come rilevatore di attività, perché offre tutte quelle funzionalità tipiche di chi ama fare sport: contapassi, misuratore calorie bruciate, cardiofrequenzimetro e molte altre.

Come detto, supporta anche le SIM, ma è compatibile solo con la tecnologia 2G: questo significa che si possono fare e ricevere chiamate, ma non sfruttare la connessione dati.

All’occorrenza, lo smartwatch Willful può trasformarsi anche in un lettore musicale, e vanta una memoria interna da 16 GB. Se collegato a uno smartphone via bluetooth, infine, su questo smartwatch potrai anche ricevere le notifiche delle tue principali app (WhatsApp, Facebook, Twitter e così via).

Conclusioni

Il Willful è un signor smartwatch ma ovviamente, essendo un prodotto low cost, non si possono pretendere prestazioni da top gamma. Questo device ha diverse lacune, come l’incompatibilità con i prodotti della Apple e il fatto che a volte la stessa notifica arriva più volte.

PRO
  • Prodotto economico.
  • Supporta SIM per 2G.
  • Funzionalità per rilevamento attività.
CONTRO
  • Notifiche multiple.

10
Diggro DI06

BEL DESIGN

69 / 100

Se è vero che anche l’occhio vuole la sua parte, non potevo esimermi dal trovare uno smartwatch con SIM che avesse anche un design accattivante.

Nella mia ricerca ho notato che prodotti con SIM che siano anche eleganti sono praticamente introvabili, quindi ho dirottato su un prodotto dal design sportivo, ma non per questo meno gradevole: il Diggro DI06 è il wearable più bello fra quelli che possono vantare l’alloggio SIM.

Ottime caratteristiche

Questo device ha un vecchio sistema operativo Android 5.1, che però devo ammettere fa egregiamente il suo compito. Il Diggro DI06 vanta l’alloggio per una nano SIM, ma in termini di connessione non va oltre il 3G. Molto più performante la fotocamera in dotazione, che sfrutta al massimo i suoi 2 MP garantendo immagini di ottima qualità.

Conclusioni

Il Diggro DI06 è uno degli smartwatch per cui ho speso meno parole, ma solo perché ha una sostanza che parla da sola. La grave pecca di questo device l’ho riscontrata quando ho provato ad associarlo con smartphone Samsung: la connessione è instabile e cade spesso. Si tratta di una grave problematica, quindi il 70 è un voto anche benevolo in questo caso.

PRO
  • Design sportivo.
  • Fotocamera 2 MP.
  • Sistema operativo Android 5.1.
CONTRO
  • Connessione instabile con smartphone Samsung.

Informazioni utili sugli smartwatch con scheda SIM

Solitamente questo paragrafo lo dedico alle varie caratteristiche da considerare al momento dell’acquisto di un device, ma visto che ho già realizzato altre guide aventi gli smartwatch come soggetto voglio fare un’eccezione alla regola e per una volta soprassedere.

Ritengo sia più utile fornire indicazioni sulla vera discriminante di questa tipologia di prodotti, ovvero la presenza di un alloggio per SIM.

Perché scegliere uno smartwatch con SIM?

Per com’è posta la domanda sembra apparentemente banale e dalla risposta univoca, ma in realtà vi sono diverse chiavi di lettura. La prima considerazione da fare è la seguente: si scrive “smartwatch con SIM”, si legge “dispositivo indipendente”.

Ancora oggi la maggior parte degli smartwatch è legata da un filo invisibile (per gli amici Bluetooth) allo smartphone, e molti device, se privati del collegamento al cellulare, diventano dei semplici orologi. Avere invece uno smartwatch che possa vantare l’alloggio SIM significa avere un dispositivo indipendente, dal quale oltre a fare e ricevere chiamate è possibile anche collegarsi al web e accedere ai propri canali social..

Avere una “scheda SIM al polso”, anziché nello smartphone, è inoltre un modo per essere sempre reperibile: detta così la cosa in realtà spaventa, ma chi dimentica lo smartphone praticamente ovunque può cogliere sicuramente il senso positivo di questa frase.

È ovvio che ci sia ancora molta strada da fare: fare chiamate dallo smartphone non è il massimo della comodità, così come vedere o scrivere post sui social attraverso un display quasi mai più grande di 2 pollici può risultare difficile. Tuttavia, il percorso pare tracciato, e se ancora oggi gli smartphone sembrano insostituibili, si tratta di un’egemonia che non può durare per sempre.

Cos’è una eSIM?

Durante la recensione di alcuni prodotti avrai sicuramente notato che ti ho parlato di “eSIM” fra le caratteristiche. Non si tratta di un refuso, ma di un nuovo modo di intendere la telefonia mobile.

Una eSIM non è altro che una SIM virtuale, ovvero un servizio che elimina completamente la schedina fisica su cui c’è il chip con memorizzato il numero di cellulare.

Se ci pensi, il percorso è partito con le schede SIM, passando per le micro SIM e arrivando alle nano SIM, rimpicciolendo sempre di più l’oggetto fisico: era quindi evidente che la smaterializzazione della SIM fosse il passo successivo.

Quali sono i vantaggi della eSIM?

Iniziamo con il dire che il passaggio verso le eSIM a questo punto non è più opzionale: nei prossimi anni le SIM spariranno progressivamente per dare spazio a questo nuovo tipo di servizio. Questo anche perché le eSIM offrono numerosi vantaggi:

  1. Non c’è più di pericolo di perdere o danneggiare la scheda SIM.
  2. La stessa procedura di portabilità (ovvero il passaggio da un operatore mobile a un altro con lo stesso numero) sarà molto più semplice senza SIM fisiche, e potrà essere fatto completamente online senza quindi la necessità di recarsi in un negozio.
  3. Creare device senza l’alloggio SIM significa avere più spazio per le altre componenti hardware, come ad esempio batterie più capienti.

Quali operatori mobili offrono le eSIM?

Nonostante si tratti di un servizio relativamente nuovo, tutti i principali operatori mobili che operano in Italia offrono le eSIM ai propri utenti. Fra gli operatori tradizionali, quindi, TIM, Vodafone e WindTre offrono tutti le eSIM, ma con qualche eccezione. Ad esempio Vodafone offre il servizio eSIM solo per gli smartwatch Apple, mentre TIM e WindTre offrono sì il servizio completo, ma per la sottoscrizione bisogna necessariamente passare via negozio anziché online.

Molto più indietro sono gli operatori virtuali, fra cui solo Very Mobile offre il servizio eSIM. Tuttavia, trattandosi di una nuova tecnologia in continua evoluzione, queste righe possono diventare obsolete già ora che le sto scrivendo, quindi se acquisti un orologio intelligente che monti eSIM contatta direttamente l’operatore a cui vuoi affidarti per capire se davvero ha disponibile il suddetto servizio.

Tabella comparativa tra smartwatch con scheda SIM

Smartwatch Design Display Funzionalità Hardware Fluidità SO Batteria
Huawei Watch 3 10 10 10 10 10 10
Apple Watch Series 6G 9 9 9 9 9 9
Huawei Watch 2 9 9 8 9 9 9
Smartgood 8 9 7 8 8 7
Famyfamy LEMFO LEM1 7 8 9 9 9 7
XYZK 9 9 8 6 8 8
Willful 7 7 7 6 7 7
Fesjoy Awatch GT2 7 8 8 9 8 9
WZJ 9 7 7 6 8 8
Diggro DI06 10 9 7 9 8

Conclusione

È stata una lunga cavalcata, ma alla fine siamo giunti alla conclusione di questa mia guida sugli smartwatch con SIM. Trattandosi di una variante ancora di nicchia, per dimostrare la qualità dei wearable con SIM, ho dovuto scegliere il dispositivo più performante, e la scelta è caduta sull’Huawei Watch 3 proprio perché fra tutti è quello che vanta le migliori caratteristiche tecniche, che possono sicuramente reggere il confronto con tanti smartphone in circolazione.

Considera inoltre che si tratta di un confronto con handicap: causa dimensioni più contenute, a oggi non esistono orologi intelligenti con 6 GB di RAM o 128 GB di ROM, ma non appena queste caratteristiche saranno replicabili anche sui wearable ne vedremo delle belle.

Trattandosi di un argomento ancora in divenire, ovviamente accetto anche critiche: se vuoi dirmi la tua, puoi scrivermi le tue impressioni nella sezione commenti qui sul fondo.

Commenti

Ti potrebbe interessare anche