Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.333 del 11/29/2014
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Cronaca
Foto Cimiteri tra fiori, piante e candele: tre italiani su quattro al camposanto

Il crisantemo e' l'omaggio piu gettonato

Cimiteri tra fiori, piante e candele: tre italiani su quattro al camposanto

In occasione della ricorrenza del 2 novembre, la gente abbellisce sempre di piu' le tombe

Roma – Tra ieri e oggi tre italiani su quattro si recheranno al cimitero per rendere omaggio ai propri cari scomparsi. Secondo quanto emerge da un sondaggio online, oltre la metà di loro porterà con sé dei fiori, confermando il legame che intercorre tra questa ricorrenza e la tradizione nazionale. Di questa maggioranza, il 53%, ben i due terzi li acquista dal proprio fioraio di fiducia mentre solo un terzo sul posto. Da quanto si evince, il crisantemo è il dono preferito in questa occasione con una stima di più di 200 milioni di steli recisi e in vaso donati nelle diverse forme, con uno o più fiori per stelo e -sottolinea la Coldiretti, mandante del sondaggio- nei diversi colori (giallo, bianco, fucsia).

Rispetto all’inflazione, sentita per praticamente tutti gli altri beni di consumo, i prezzi delle piante sono stabili rispetto allo scorso anno e variano a seconda del momento e dei luoghi: per questo è opportuno, nonostante il tipo di ricorrenza, non fare acquisti di impulso, ma verificare e mettere a confronto i diversi prezzi sul mercato. I prezzi di vendita per i fiori recisi - riferisce la Coldiretti - variano da 1,5 euro a 7 euro per quelli più grandi e possono arrivare ai 15 euro se si tratta di crisantemi in vaso o di mazzi con più fiori.

La produzione del crisantemo è sicuramente una delle tecniche più complesse del florovivaismo italiano, basti pensare al fatto che - spiega la Coldiretti - occorre 'programmare' la fioritura, dosando le ore di buio e di luce con la copertura delle piante in funzione del momento in cui i fiori verranno messi in commercio. In Italia è coltivato in diverse aree del Paese, anche se le regioni di maggior produzione sono la Liguria, la Campania, il Lazio, la Toscana, la Puglia e la Sicilia.

Chiara Bianchi
2/11/2009








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.







Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Provider-distributore: Blueitech - Via Ticino, 30 Monza - data centre Via F. Testi, 7 Milano - REA Monza e Brianza 1735555. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.